Associazione Italiana per lo Sviluppo della Coscienza

Associazione Italiana per lo Sviluppo della Coscienza
1. Referente Antonino Pusateri,
strada Comunale del Cartman 51/6,
(zona Sassi) 10132 Torino
Tel. 011 8989053, cel. 3473534714
e-mail: info@sviluppocoscienza.it

 

2. L’Associazione Italiana per lo Sviluppo della Coscienza (AISC) riunisce persone diverse che condividono un percorso spirituale verso la coscienza della dimensione del sacro. La principale tradizione di riferimento è la scuola metafisica dell’Advaita Vedanta della tradizione induista. Il Vedanta (parola sanscrita composta da Veda, dalla radice vid che significa conoscere, che sono i più antichi testi sacri indù; e anta che significa fine) è “la conclusione dei Veda”, cioè le Upanisad, la parte finale e i commentari dei Veda; Advaita significa “non duale”. L’Associazione è comunque interessata a conoscere anche altre tradizioni spirituali, in particolare la mistica cristiana.

3. L’AISC venne fondata a Torino il 2 febbraio 1999 da cinque persone che sentirono il bisogno di intraprendere un percorso spirituale. L’Associazione fa parte del network dell’Associazione Italiana Psicologica Transpersonale (AIPT), un’organizzazione fondata da Laura Boggio Gilot. Fonte di ispirazione delle due associazioni è un maestro dell’Advaita, Raphael.

4. L’Associazione conta 15 soci, tra i quaranta e i settant’anni, con una prevalenza di donne. E’ possibile inserirsi in qualsiasi momento nell’Associazione, previo colloquio iniziale.

5. L’AISC ha uno statuto. I soci si dividono in fondatori, ordinari e aderenti. Organi dell’Associazione sono: il comitato etico dei soci fondatori, l’assemblea generale dei soci, il presidente, il consiglio direttivo e il consiglio scientifico consultivo. L’attuale presidente è Antonino Pusateri.

6. L’Associazione organizza incontri il lunedì e il mercoledì dalle 20.30 alle 22.30, da settembre a giugno. Gli incontri prevedono una momento di studio dei testi  induisti o di altri maestri, e un momento in cui si pratica la meditazione yoga vedanta, secondo gli insegnamenti di Laura Boggio Gilot. E’ disponibile per i soci una servizio di counselling secondo la psicologia transpersonale. Vengono inoltre organizzate conferenze, seminari e ritiri. l’AISC ha ideato per i bambini un percorso di ricerca interiore, il Progetto Entronauti, proposto anche alle scuole.

7. Il simbolo dell’Associazione è un triangolo inscritto in un cerchio. I tre vertici del triangolo rappresentano la purezza, l’armonia e la conoscenza. All’interno del triangolo è inserito il nucleo di un atomo con le orbite degli elettroni, ciò rappresenta l’idea che spirito e materia sono due facce della stessa medaglia.

8. La casa editrice Ashram Vidya, fondata da Raphael, ha pubblicato diversi testi di Laura Boggio Gilot e di ken Wilber dell’AIPT, opere di vari maestri spirituali, testi di psicologia, testi del Vedanta Advaita. Il referente dell’Associazione di Torino, Antonino Pusateri, ha pubblicato: Quotidianità e ricerca spirituale, Torino, Psiche, 2004; La superba avventura, la ricerca introspettiva tra induismo e cristianesimo, Torino, Ananke, 1998.

9. Pastore M., Forme di innovazione religiosa a Torino – gruppi, chiese e movimenti, Tesi di Scienze Politiche, Università di Torino, a.a. 2006/2007, pp. 21-24.

(elaborazione dalla tesi di Marco Pastore) E. M.