Centro d’informazione Buddista

Centro d’Informazione Buddista
1. via Pio Rolla 71,
10094 Giaveno (To)
Tel. 011 9378331
e-mail: infobuddhista@infinito.it

2. tradizione religiosa di riferimento : Il Centro è interbuddhista perché non rappresenta alcuna Scuola Buddhista particolare, ma è aperto a tutte le tradizioni ed al dialogo interreligioso ed interculturale. Centro è un’associazione culturale e religiosa, il cui scopo iniziale era quello di fornire delle informazioni sulle diverse tradizioni del Buddhismo, difficili da ottenere in Italia all’epoca della sua fondazione (1974). Il Centro è associato all’Unione Buddhista Italiana (UBI) ed è membro dell’Unione Buddhista Europea. In Italia vi sono 49 Centri.

3. Il Centro è stato fondato a Torino nel 1974 per opera di Bruno Portigliatti e Sergio Bosser Bossio. Nel 1977 si è trasferito a Giaveno. Per più di dieci anni il Centro rappresenterà il Buddhismo Italiano all’interno dell’UBE, di cui nel 1983, Portigliatti sarà eletto Vice-Presidente, e poi Presidente nel 1987, attualmente ne è Presidente Onorario.

4. Il Presidente in carica è Bruno Portigliatti, vi è poi un Vice-presidente, una segretaria ed un Consiglio Direttivo. I soci cha partecipano alle iniziative sono circa 50, senza sostanziali differenze tra maschi e femmine. L’età va dai 25 anni in poi e le professioni ed il grado di istruzione sono i più svariati. Alcuni collaboratori sono di origine tibetana. I Buddhisti in Italia sono ca. 100.000 e risulta che all’incirca il 15% di essi (dato non ancora ufficiale) ha devoluto l’8‰ dell’anno 2014 alla loro associazione religiosa e culturale (è il 1° anno in cui hanno questa possibilità).

5. Attività a Torino (religiose, sociali, ecc.): L’attività si svolge prevalentemente a Giaveno, in Piemonte ed altre Regioni Italiane e prevede l’organizzazione di Congressi, Seminari, Incontri settimanali, Convegni a carattere religioso ed interreligioso, con particolare attenzione per il rispetto della Libertà Religiosa e dei Diritti Umani; si sta avviando il progetto “Liberazione nella prigione” e la costituzione di una Biblioteca Buddhista in collaborazione con altri Centri. Il Centro dispone di una vasta biblioteca in cui sono raccolti e catalogati diverse migliaia di pubblicazioni monografiche, riviste specializzate, libri e documenti inerenti al Buddhismo ed alla cultura orientale in italiano e nelle principali lingue europee ed asiatiche. Esiste anche una fototeca che comprende, oltre a rare fotografie, centinaia di diapositive, video, cd, cd-rom, e numerose audiocassette di insegnamenti e musiche rituali. E’ possibile accedere a questa vasta documentazione per ricerche e studi, previo appuntamento telefonico. Il Centro ha organizzato il 4 Ottobre 2014 a Giaveno presso Villa Favorita il convegno sul tema “Il Buddhismo in Piemonte: esperienza e testimonianze” in occasione del Quarantennale di fondazione. Nei giorni 9 e 10 giugno 2007 è stato organizzato, presso il Monastero benedettino di San Biagio di Mondovì, un convegno sul tema: “Meditazione buddista e meditazione cristiana”, in collaborazione con il CESMEO (Centro di Studi sul Medio ed Estremo Oriente, a Torino). Il 16 dicembre 2007 è stata consegnata dalla città di Giaveno la cittadinanza onoraria al Dalai Lama Tenzin Gyasto.

6. Simboli principali: Il Centro d’Informazione Buddhista utilizza un simbolo particolare: Il Buddha Sakiamuni nella posizione del Bumisparsamudra, una delle posizioni canoniche del Buddha. Inoltre vengono utilizzati i simboli tradizionali del Buddhismo: ruota del Dharma, il Fiore di Loto, campana, scettro adamantino e le varie raffigurazioni del Buddha.

7. Pubblicazioni del gruppo di Torino: Il Centro d’Informazione Buddhista pubblica opuscoli a carattere culturale ed informativo, traduzioni di testi dal tibetano e dal pali. Di Portigliatti B. “ The 20th Anniversary of the European Buddhist Union”, “The middle Way, vol.72, n. 1, maggio 1997, pp.41-43; e “Mongolia: at the Borders of Time”, The Middle Way, vol. 74, n.3, novembre 1999, pp. 159-161. E’ stato pubblicato nel 2004 il volume monografico sul XXX Anniversario dalla fondazione del Centro, con Atti del Convegno “Il Trentennale del Centro di Informazione Buddhista di Giaveno e la nascita dell’interesse per il Buddhismo nell’Italia degli anni ’70. E’ stato pubblicato un fascicolo sulle cerimonie funebri buddhiste, “Servizio funebre buddhista”. Si distribuiscono opuscoli e fascicoli a carattere culturale, traduzioni dal tibetano, video-cassette e audio cassette.

8. Bibliografia scientifica sul gruppo di Torino (anche giornali e riviste): Cubito V., “Centro d’Informazione Buddhista”, in Berzano L. (a cura di), Forme del pluralismo religioso- Rassegna di gruppi e movimenti a Torino, Torino, Il Segnalibro, 1997, p. 160.161; De Menech, D., “Gli Argonauti della Luce”, La Rosa Editrice, Crescentino, 1992; Fiorentini, G., “Intervista a Bruno Portigliatti”, in “Occidente Buddhista” (Anno II, n. 16), Milano, 1997; Introvigne, M., Zoccatelli, P., “Enciclopedia delle Religioni in Italia”, Elleci, Leumann, 2001; Portigliatti B., “Centro di Informazione Buddhista: 1974-2004”, con il contributo della Regione Piemonte e del Comune di Giaveno, 2004.