Associazione Italia-Tibet

Associazione Italia – Tibet

1.Referente per la città di Torino: Franca Kerp

via Pinturicchio 25,
20133 Milano
Tel. e FAX 02 70638382, cel. 3496740060
e-mail:  info@italiatibet.org
sito web:  www.italiatibet.org
 

2. L’Associazione Italia-Tibet è un’organizzazione indipendente senza scopo di lucro che si propone di sostenere il lavoro del Dalai Lama, massima autorità politica e religiosa del Tibet, e del suo governo in esilio, affinché al popolo tibetano venga riconosciuto il diritto all’autodeterminazione e gli siano garantite le fondamentali libertà civili. L’Associazione si riferisce indirettamente alla vita spirituale buddhista e, non avendo un’impronta religiosa, raccoglie membri di qualsiasi tipo di religione o credo.

3. L’Associazione Italia-Tibet nacque nel 1988 a Milano; si diffuse in tutta la penisola, giungendo a Torino negli anni Novanta. Venne fondata da un gruppo di persone particolarmente interessate alla cultura e alla situazione politica tibetana. L’Associazione si propone di far conoscere in Italia le violazioni dei fondamentali diritti umani attuate in Tibet, al fine di creare un movimento di opinione pubblica che possa contribuire al ristabilimento delle libertà democratiche nella società tibetana.

4. A Torino l’Associazione conta venti soci, undici maschi e nove femmine. L’età media è di 40 anni e la provenienza sociale è varia, in particolare vi sono persone attive culturalmente, giornalisti, docenti universitari, medici e personalità del mondo dello spettacolo.

5. L’Associazione ha un’organizzazione a rete con un centro direttivo che ha sede a Milano, composto da sette membri più un presidente (con carica triennale), che ha il compito di tracciare le linee di azione e comunicarle ai coordinatori regionali. Questi ultimi a loro volta informano soci e simpatizzanti su attività e manifestazioni organizzate dall’Associazione. All’interno di ogni gruppo non esiste dunque alcun tipo di autorità.

6. Per promuovere la conoscenza della realtà tibetana, L’Associazione Italia-Tibet divulga opere informative, organizza manifestazioni politiche e culturali, tavole rotonde, mostre e meeting con personaggi e testimoni rilevanti. L’Associazione aiuta inoltre concretamente la comunità tibetana in esilio sostenendo progetti di cooperazione allo sviluppo e promuovendo le adozioni a distanza.

7. L’unico simbolo dell’Associazione è il Potala (il palazzo del Dalai Lama nella capitale Lhasa), che viene utilizzato per contraddistinguere lettere o bollettini.

8. Italia-Tibet pubblica materiale informativo di agile consultazione sugli aspetti sociali, culturali e religiosi del popolo tibetano. Pubblica un bollettino trimestrale, Tibet News Italia, inviato gratuitamente a tutti i soci.

Bibliografia

Ferrero A., “Associazione Italia-Tibet”, in Berzano L. (a cura di), Forme del pluralismo religioso – Rassegna di gruppi e movimenti a Torino; Torino, Il Segnalibro, 1997, p. 152-153.

E.M.